Genova per il nuoto: un poker d’assi con Fede, Detti, Quadarella e Scozzoli…e Cusinato

http://questionedistile.gazzetta.it/2018/11/10/genova-per-il-nuoto-un-po...

 

 

Un tris d’assi alla Sciorba. Federica Pellegrini che torna a vincere una finale 17 mesi dopo l’oro mondiale di Budapest e lo fa in vasca corta in 1’54”30 (56”17), un monologo da sesto crono mondiale per battere l’americana Lea Nel in 1’55”34 e la ritrovata Erica Musso da 1’56”45. “Mi sono emozionata e questa prima vittoria è per Vanessa la cagnolina che mi ha rubato il cuore, sì siamo sulla strada giusta”. Gabriele Detti ricorderà a lungo il trofeo Nico Sapio 2018: perché il campione del mondo degli 800 esce da un anno di dolori alla spalla e si qualifica per i Mondiali di vasca corta in dicembre. Un 400 sl da 3’39”08 (1’49”54) non lontanissimo dal personale di 3’37”22, secondo tempo al mondo per pochi spiccioli rispetto all’australiano Jack McLaughlin, ma soprattutto ottime sensazioni e un pass iridato che vale al doppio bronzo olimpico il ritorno in azzurro.

Quadarella super / Quando ci si supera sotto carico non si può che essere super: Simona Quadarella si migliora verso i Mondiali migliorando il personale da 8’16”53 a 8’15”69 tempo con cui conquistò a Copenaghen l’argento europeo in vasca corta nel 2017. E’ il sesto crono mondiale stagionale per la romana che già si era migliorata nei 400 sl. “Dopo la montagna le sensazioni sono sempre contrastanti ma l’importante è essermi migliorata ancora” fa Simo.

Orsi e gli altri / Marco Orsi rinuncia ai 50 delfino e ai 100 sl per concentrarsi sui 100 mx di cui è campione europeo ma tocca a 25 centesimi dal tempo limite federale per il pas iridato. Potrà riprovarci sabato a Livorno come ultima possibilità: il bolognese batte ex aequo il compagno di allenamenti Simone Geni e Fabio Scozzoli che poco prima aveva battuto di 25 centesimi in 26”06 nei 50 rana Nicolò Martinenghi, il varesino vicino all’obiettivo del pass e al rientro come Detti da un anno di stop. A proposito di rana nei 200 ottima prova del bronzo europeo Luca Pizzini (si allena con la Pellegrini) in 2’06”84. Lorenzo Mora sfiora di 17 centesimi il personale e terzo crono italiano nei 100 dorso regolati in 50”98 su Matteo Rivolta, delfinista, e Simone Sabbioni, campione europeo e anche lui di stanza a Verona. Sigillo finale ancora nei 200 mx misti con Ilaria Cusinato, argento sia in vasca corta che lunga, da 2’07”28, altro personale, altro progresso di un’azzurra lanciata verso la doppia stagione mondiale. A 19 anni.

RISULTATI – Finali (25 m) Uomini – 100 sl Chadwick (Usa) 46”90, Nardini (99) 47”73, Kusk (Ger) 48”15, Condorelli 48”23; 400 sl Detti 3’39”08, Ciampi 3’40”49, De Tullio 3’43”07, Acerenza 3’43”54; 100 dorso Mora 100 dorso Mora 50″98, Rivolta 51″91, Sabbioni 52″44. 50 ra Scozzoli 26”06, Martinenghi 26”29, Poggio 27”32, Pinzuti 27”48; 200 rana Pizzini 2’06”84, Fusco 2’07”73, Castello 2’12”17; 50 farf. Kusk (Ger) 22”64, Rivolta 23”15, Schlesinger (Ger) 23”75, Vergani 23”76; 200 farf. Gurevich (Isr) 1’57”40, Loktev (Isr) 1’58”54, Manni 1’59”22; 100 mx Orsi 52”65, Scozzoli e Geni 53”01; 400 mx Razzetti 4’12”65, Turrini 4’14”18, Gurevich (Isr) 4’15”16, Bondavalli 4’16”26.
Donne -50 sl Worrell Dahlia (Usa) 24”02,  Kennedy (24”28), Neal (Usa) 24”66, Ferraioli 24”71, Di Pietro 24”91; 200 sl Pellegrini 1’54”30, Neal (Usa) 1’53”34, Musso 1’56”45; 800 sl Quadarella 8’15”69, Trombetti 8’29”36, Tettamanzi 8’33”12; 50 dorso Baker (Usa) 26”47, Scalia 26”88 (b. 26”79), A.Deloof (Usa) 26”98, Cocconcelli 27”26; 200 do Barzelay (Isr) 2’09”53, Toni 2’09”92, Paruscio 2’11”01; 100 ra Carraro 1’06”15, Pirovano 1’06”81, Scarcella 1’06”94, Morotti 1’07”73; 100 farf. Worrell Dahlia (Usa) 55”00, Stewart (Usa) 56”47, Bianchi 57”64; 200 mx Cusinato 2’07”28, Pirovano 2’12”12, Franceschi 2’12”76.